Amministrazione Trasparente Links Amici Oggetti Smarriti Multimedia Bandi di Gara Dove Siamo AREA DIPENDENTI
 
HOME AZIENDA LINEE SERVIZI NEWS FILO' PRESS CONTATTI
 
 
Archivio Anni
Cerca 
2016 (323)
2015 (537)
2014 (388)
2013 (356)
2012 (561)
2011 (758)
2010 (814)
2009 (1379)
2008 (1600)
2007 (1706)
2006 (921)
2005 (218)
« Torna Indietro
TARIFFE BUS, SCONTI MA ANCHE RINCARI. PREVISTE AGEVOLAZIONI PER STUDENTI E PENDOLARI DI TUA, L’AUMENTO č PER I BIGLIETTI.

PESCARA Per contrastare la povertà e sostenere le famiglie in condizioni di disagio, arriva un progetto di legge che prevede, sui mezzi della società unica del trasporto abruzzese, la Tua, abbonamenti gratuiti a pendolari con reddito Isee inferiore ai 15mila euro, prestando particolare attenzione agli studenti, utenza principale del trasporto pubblico locale, e sconti a disoccupati e inoccupati che aderiscono ai progetti del pacchetto lavoro della Regione. Contestualmente, però, si va verso un aumento dei costi per gli utenti. «Pochi centesimi sui biglietti e qualche euro al mese sugli abbonamenti», garantisce il consigliere delegato, Camillo D'Alessandro (Pd), spiegando che i rincari sono necessari per far fronte «all'eredità lasciata da chi ha governato in precedenza». Il progetto di legge sulle agevolazioni va in commissione Trasporti lunedì e martedì è discusso in consiglio regionale. «Dopo aver riorganizzato le società e ristrutturato i servizi», afferma D'Alessandro, affiancato dai dirigenti del dipartimento Trasporti, Maria Antonietta Picardi, e del dipartimento Sviluppo economico e lavoro, Tommaso Di Rino, «arriva la rivoluzione che riguarda i cittadini: è una legge che, per la prima volta, cambia la storia dei rapporti tra il tpl e le famiglie. Per ora ci rivolgiamo alla fascia degli studenti, la più ampia che usa i mezzi pubblici, e a quella dei lavoratori, ma questo è solo il primo passo». Per quanto riguarda il rincaro sui biglietti, il consigliere parla di eredità di un taglio sul trasferimento dei soldi dello Stato per 8 milioni di euro: «Ci è stata applicata una penalità, perché nel 2012 e 2013 il rapporto tra ricavi e costi non è stato raggiunto». I consiglieri regionali Lorenzo Sospiri e Mauro Febbo (Forza Italia) parlano di "sveltina" e di aumenti del 15%: «In Commissione non passerà mai».

 
 
 
GESTIONE TRASPORTI METROPOLITANI S.p.A.
Via San Luigi Orione, 4
65128 - PESCARA
P. IVA 00454940685 R.I. n° 20169 - R.e.a. n° 113542
Privacy Policy